Armenia e Georgia l’ Oriente Cristiano

Armenia, una terra antica ed emozionante ... 
La terra nella quale, secondo la leggenda biblica, nacque la prima civiltà dopo il diluvio e che, protetta dal biblico monte Ararat, ha conservato le sue antiche origini fino ad oggi. 
Scoprite la "perla del Caucaso"! Venite ad incontrare il popolo armeno, famoso per la sua ospitalità, venite ad ammirare lo splendore del Monte Ararat, venite ad acquisire una nuova consapevolezza della storia, venite ad incontrare una delle più antiche civiltà del mondo, perdetevi nei colorati mercati locali, meravigliatevi alla vista di antichi monasteri, insomma, venite a scoprire questa terra sacra: il paradiso tra Oriente e Occidente, dove la tradizione vuole che fosse situato il biblico Giardino dell'Eden.

Venite a scoprire un'Armenia diversa con noi!

"L'Armenia è un paese dal paesaggio affascinante. Una terra dalla quale, nelle giornate limpide, si può anche vedere l'Arca di Noè nel profilo del monte Ararat. Immerso tra le montagne del Caucaso meridionale, questa antico Paese è sempre stato testimone di grandi eventi storici e ha pagato il prezzo di incontri e scontri tra civiltà diverse: un ponte naturale tra Oriente e Occidente, il luogo sulla Via della Seta che ognuno deve fermarsi a visitare..." Osip Mandelstam.

PARTENZA GARANTITE MINIMO 10 PASSEGGERI

2016-02-16_212851

PROGRAMMA DI VIAGGIO

1° giorno: Arrivo – Trasferimento in hotel

 Arrivo a Yerevan presso l'Aeroporto Internazionale Zvartnots dove il nostro rappresentante vi aspetterà alla sala arrivi per il trasferimento in hotel. Pernottamento a Yerevan.

 2° giorno: Yerevan – Garni – Geghard – Yerevan

Dopo la prima colazione, partenza per regione Kotayk per visitare il tempio di Garni, un tempio pagano ellenistico del I sec. e l'unico a sopravvivere dopo la cristianizzazione dell'Armenia nel IV secolo dC. Dopo la visita, un breve viaggio conduce al monastero di Geghard (Patrimonio mondiale UNESCO), probabilmente il più bello di tutta l'Armenia, splendidamente situato in una stretta gola e parzialmente scavato nella roccia. Pranzo a Garni dove si avrà la possibilità di assistere alla preparazione del lavash (il tradizionale

pane armeno). Rientro a Yerevan, cena e pernottamento.

 3° giorno: Yerevan – Echmiadzin – Zvartnots – Yerevan

Prima colazione in hotel e partenza per la città santa di Echmiadzin, sede del "Catholicos" della Chiesa Apostolica Armena. Visita della Cattedrale e delle chiese di S. Gayane e di S. Hripsime, le due sante più venerate nella religione cristiana armena. Sulla via del rientro, visita delle rovine della cattedrale di Zvartnots (Patrimonio Unesco), una volta uno degli esempi più possenti e belli dell'architettura armena. Ritorno a Yerevan e visita del mercato  all'aperto  Vernissage  (aperto  nei  giorni  di  sabato  e

domenica). Cena a Yerevan con musica folkloristica e gustosi piatti armeni. Pernottamento a Yerevan.

4° giorno: Yerevan – Khor Virap – Noravank – Tatev – Goris

Prima colazione in hotel e partenza per la regione di Ararat, dove, in una posizione spettacolare proprio sotto l'imponente monte Ararat, si trova il Monastero di Khor Virap: qui, dalla sua terrazza, si potrà godere della fantastica vista dei due picchi di questo magnifico vulcano estinto. All'interno del cortile del monastero c'è un pozzo profondo: al suo interno san Gregorio l'Illuminatore fu imprigionato dal re Tiridate a causa della sua predicazione del cristianesimo. Continuazione verso il villaggio di Areni, famoso per

i suoi vini, dove si avrà tempo per una degustazione di vino in una cantina locale. Pranzo e proseguimento per il Monastero di Noravank, situato in uno stretto canyon di rocce rossastre. La posizione e l'architettura unica fanno di Noravank uno dei più bei monasteri dell'Armenia. Dopo un viaggio lungo una strada che passa attraverso splendidi paesaggi arrivo a Halidzor, da dove si diparte "Le ali di Tatev" la più lunga funivia del mondo (5.7 km, 11 minuti) che arriva accanto ad un altro capolavoro dell'architettura armena: il Monastero di Tatev. Pernottamento a Goris

5° giorno: Goris – Qarahunj – Selim – Noratus – Sevan – Dilijan

Dopo la prima colazione, visita della città di Goris e alle formazioni carsiche che la caratterizzano. Partenza  per  l'antico  osservatorio  astronomico  di  Qarahunj,  lo  "Stonehenge  armeno":  alcuni  studiosi affermano che questo sito antico sia più antico rispetto del suo omologo inglese di 3000 anni! La strada che collega l'Armenia meridionale alla sua parte settentrionale attraversa il Passo di Selim: qui si trova l'antico Caravanserraglio Orbelian, una stazione importante lungo la via della seta. Uno dei momenti salienti delle visite di oggi è rappresentata dal cimitero di Noratus famoso per i suoi molti Khatchkar, le croci di pietra scolpite finemente, che punteggiano l'area del cimitero. Pranzo a base di pesce sul lago di Sevan, il secondo lago d'acqua dolce più alto del mondo dopo il lago Titicaca, e poi visita della penisola di Sevan con il suo monastero Sevanavank. arrivo a Dilijan, una piccola cittadina e una delle città più verdi d'Armenia. Cena e pernottamento a Dilijan.

6° giorno: Dilijan – Akhtala – Haghpat – Sanahin – Bagratashen – Tbilisi

Dopo la prima colazione, partenza per la regione di Lori per visitare Akhtala, una delle poche chiese in Armenia con le pareti interne ricoperte da affreschi. Si procede poi ai monasteri protetti dall'UNESCO di Sanahin e Haghpat: entrambi i luoghi, costruiti nel X secolo, sono tra le opere più importanti  dell'architettura medievale armena. Pranzo ad Haghpat e poi partenza per il confine con la Georgia presso Bagratashen, disbrigo delle formalità doganali e arrivo a Tbilisi. Cena e pernottamento

7° giorno: Tbilisi

L'intera giornata sarà dedicata alla scoperta di Tbilisi, la capitale della Georgia, che offre un'ampia varietà di monumenti e luoghi da visitare. Il tour inizia con la visita del distretto dei Bagni, uno dei pochi posti al mondo nel quale si trovano, a pochi passi una dall'altra, una Moschea e una Sinagoga. Proseguimento per la Fortezza di Narikala, fondata nel 4° secolo, anche se la forma attuale la si deve agli interventi fatti nel

XVI e nel XVII secolo. Si visiteranno poi la Cattedrale di Sioni, la Basilica Anchiskhati del 6° secolo, La chiesa di Metekhi situata su una collina che domina il fiume Kura e la Cattedrale di Sameba, la chiesa principale della Religione Ortodossa Georgiana. Dopo pranzo visita del Museo Nazionale Georgiano e successivamente, una passeggiata su Rustaveli Avenue darà l'opportunità di vedere la  bellezza  della  capitale  Georgiana.  Cena  e  pernottamento  a Tbilisi.

8° giorno: Tbilisi – Mtshketa – Gori – Uplistsikhe – Tbilisi

Dopo colazione partenza per la visita dell'antica capitale e centro religioso principale della Georgia, per visitarne i luoghi storici più importanti: la Chiesa di Jvari (6° sec.) e la Cattedrale di Svetitskhoveli (11° sec.) dove la leggenda narra sia sepolto il mantello di Cristo. Sia Jvari che Svetitskhoveli sono parte dei siti UNESCO Patrimonio dell'Umanità. Proseguimento per Gori, il luogo di nascita di Stalin, dove visse fino all'età di quindici anni. Visita della casa-museo e proseguimento per Uplistsikhe, uno dei più antichi insediamenti

urbani della Georgia, risalente al I millennio a.C., completamente scavato nella roccia. È questo un complesso interessantissimo nel quale si potranno vedere resti di un antico insediamento con panifici, negozi ed una basilica a tre navate. Continuazione verso Mukhrani, un villaggio situato in un'area famosa per i suoi vini. Tempo per una degustazione di vini tipici locali presso una cantina. Rientro a Tbilisi per la cena e il pernottamento.

9° giorno: Tbilisi – Davit Gareja – Sighnaghi – Tbilisi

Dopo la colazione partenza per Davit Gareja, un complesso monastico scavato nella roccia situato nella regione del Kakheti nella Georgia orientale nelle semidesertiche pendici del Monte Gareja. Questo complesso, composto da 19 Monasteri fu fondato da

  1. David Garejeli, uno dei tredici monaci che arrivarono nel 6° secolo dalla Mesopotamia in Georgia per predicare la Religione Cristiana. Dopo la visita partenza per Sighnaghi, una splendida piccola cittadina nel Kiziqi (una parte della regione del Kakheti),

conosciuta come la "Città dell'Amore". Sighnaghi è un raro esempio di città che ha mantenuto nei secoli il suo stile architettonico fatto di balconate tradizionali in legno, con una fortezza che racchiude diverse chiese all'interno e torri. La città domina la Valle di Alazani e apre ai visitatori una vista spettacolare sulla Grande Catena Caucasia. Un piccolo spostamento porta al Monastero di Bodbe, il luogo dove è sepolta Santa Nino, "la Luce dei Georgiani", la quale predicò la Religione Cristiana in Georgia con una croce fatta di tralci di vite. Pranzo in corso d'escursione.  Rientro a Tbilisi in serata per la cena e il pernottamento.

10° giorno: Tbilisi – Partenza

Trasferimento in aeroporto al mattino presto per il volo di rientro. Fine dei servizi.

Prezzi  a persona in EURO in camera doppia

 

Hotels

4****

Yerevan

Royal Plaza
Goris Diana hotel
Dilijan Dilijan Resort
Tbilisi Hotel KMM

10pax

1015 €

15pax

963 €

20 pax

930 €

SNL Suppl.

285 €

 

PARTENZA GARANTITA MINIMO 2 PASSEGGERI EURO 1210

11 Giugno 2016 

10 Settembre 2016

 

Le quote comprendono

  • Trasferimenti da/per aeroporto
  • 3 pernottamenti in albergo a Yerevan, 1 x a Goris, 1x a Dilijan, 4x a Tbilisi
  • Trasferimenti in minibus o Pullman A/C
  • Guida locale parlante italiano
  • Programma dell’escursione
  • Mezza pensione (HB)
  • Ingressi previsti, tasse locali,

Le quote non comprendono:

  • Biglietto aereo internazionale
  • Cene
  • Bevande alcoliche, mance e spese personali
  • Assicurazione