Milano e la Lombardia

Milano è una città meravigliosa!

Tanti non lo sanno e percorrono le sue strade presi da pensieri lavorativi, sempre di corsa, sempre con lo sguardo basso… Se solo lo sguardo si alzasse e si prendesse un attimo di respi- ro, ci si accorgerebbe che questa nostra città ha tanto da offrire: monumenti, musei, leggende e angoli nascosti…

E allora perché non provare a regalare qualcosa di diverso? Un percorso alla  scoperta di una parte di Milano.

Ce n’è per tutti i gusti: basta farsi guidare dai propri interessi e dalla propria curiosità! Oppure potete farvi consigliare da una guida esperta su quale potrebbe essere il percorso migliore per le vostre esigenze: ogni percorso proposto è infatti personalizzabile.

 

ALLA SCOPERTA DI MILANO.

Ecco alcuni programmi da non perdere per scoprire e riscoprire la nostra bella Milano

 

MILANO Conosci MI

Programmi 

– IL CASTELLO SFORZESCO ATTRAVERSO LA STORIA Ogni castello racconta storie di dame e cavalieri, di complotti e di amori. La saga dei Visconti e degli Sforza raccontata nella cornice del Castello che scampò alla follia di Napoleone. Viene edificato come rocca difensiva negli anni fra il 1360 e il 1370 da Galeazzo II Visconti .Dopo la caduta della casata Viscontea ,nel 1450 Milano accoglie come nuovo Signore della città i l condottiero Francesco Sforza, inizia così una nuova era.Contribuì alla sua crescita Ludovico il Moro. Il Castello passò attraverso la dominazione francese, spagnola ed infine austriaca. Saranno proprio gli austriaci a migliorare le condizioni dell’edificio dopo l’invasione Napoleonica. In seguito all’Unità d’ Italia hanno inizio i restauri che restituiranno al Castello il suo splendore. Ingresso a pagamento: Museo di Arte Antica del Castello (intero 3 € cad.; ridotto 1,50 cad.)

– LA VITA AL TEMPO DEI NAVIGLI: MILANO CITTA’ D’ACQUA C’era un tempo in cui la vita dei Milanesi era scandita dal ritmo dei navigli… riscopriamo quelle atmosfere e una delle chiese più suggestive e meno conosciute della nostra città: San Cristoforo. I Navigli sono un sistema di canali irrigui e navigabili,con baricentro Milano, che metteva in comunicazione il lago Maggiore, quello di Como e il basso Ticino aprendo al capoluogo lombardo le vie della Svizzera e dell’Europa nordoccidentale, dei Grigioni e dell’Europa nordorientale e, infine, quella del Po verso il mare. Col regime regolare delle acque dei navigli si irrigarono e resero produttive vastissime aree, collegandosi con l’opera di bonifica iniziata dai monaci delle abbazie a sud della città già nel X secolo. La costruzione dell’intero sistema è durata dal XII al XIX secolo. La Cerchia dei Navigli, o fossa interna, rappresentava la “cerniera” cittadina che consentiva il funzionamento del sistema nel suo complesso.San Cristoforo è un suggestivo complesso costituito da due chiesette. La prima chiesa venne ricostruita in epoca romanica (1192). La chiesa di destra, comunemente detta Cappella Ducale, è del XV secolo. La famiglia viscontea diede il principale contributo ai lavori. Dom

– MILANO CAPITALE DELL’IMPERO ROMANO Un percorso attraverso i reperti conservati al Museo Archeologico e le tracce archeologiche di antichi edifici romani. Ingresso a pagamento: Museo archeologico di Milano (intero 2 € cad.; ridotto 1 € cad.) Posta al centro di una grande pianura ricca di acque, chiamata “padana” perché attraversata dal fiume Padus, cioè dal Po, popolata prima da Liguri ed Etruschi e poi dai Celti (chiamati “Galli” dai Romani), Mediolanum sorse proprio là dove Belloveso, figlio di un re dei Galli, vide pascolare una scrofa “medio lanea”, cioè con la pelle per metà ricoperta di lana, come gli avevano predetto gli indovini. Il villaggio venne conquistato nel III secolo a.C. dai Romani e, a parte la breve parentesi del passaggiodi Annibale con i suoi elefanti, sotto la dominazione di Roma Mediolanum crebbe di importanza, passando da “vicus” a “municipium”, fino a diventare, verso la fine del III secolo d.C., con Diocleziano, capitale dell’Impero Romano d’Occidente.

– LEGGENDE E MISTERI DI MILANO Un percorso che attraversa una delle aree più dense di storie e leggende di Milano: dalla Basilica di Sant’Eustorgio alla Basilica di San Lorenzo, passando per luoghi di manzoniana memoria. Ingresso  a pagamento: Cappella Portinari, uno dei più begli esempi di Rinascimento lombardo (intero 6 € cad.; ridotto 3 € cad.) La fondazione della basilica, posta su un’area cimiteriale risalente al III-IV secolo d.C., per tradizione coincidente con il luogo in cui si riteneva che l’apostolo Barnaba avesse battezzato i primi cristiani, è stata per lungo tempo attribuita a Eustorgio I, vescovo di Milano (344-350 d.C.). La basilica fu eretta tra la fine del IV e l’inizio del V secolo. La datazione esatta è dubbia, come lo sono il committente e le circostanze della sua fondazione. Secondo alcuni studiosi San Lorenzo va fatto coincidere con la “Basilica Portiana”, fatta edificare dall’augusto d’Occidente (Valentiniano I o Valentiniano II) a favore del vescovo milanese Aussenzio (355-372), di fede ariana San Lorenzo, in epoca medievale e rinascimentale, mantenne tuttavia un ruolo di primo piano nella liturgia cittadina: in quanto luogo più alto di Milano, veniva a rappresentare il Monte degli Ulivi e nella domenica delle Palme il vescovo benediceva le palme e gli ulivi e guidava una processione che da qui entrava in città e raggiungeva la basilica di Santa Tecla.

– MILANO LIBERTY Una piacevole passeggiata nelle vie intorno a Porta Venezia alla scoperta di una Milano ricca di fiori e colori: gioielli di architettura e scultura, intrecci di ferro e mosaici di ceramiche sparsi e nascosti per la città. Per liberty milanese si intende l’esperienza dell’omonimo stile nella città di Milano tra la fine del XIX secolo ai primi anni del XX secolo, che spazia dal liberty più floreale, a pesanti influenze eclettiche, fino a risentire dello stile della Secessione Viennese[3]. Tale stile trovò a Milano uno dei terreni più fertili per il suo sviluppo in Italia, a tal punto che Milano viene spesso indicata assieme a Palermo e Torino, come la capitale italiana del liberty.

 

I NAVIGLI LOMBARDI

Con l’avvento del periodo dell’asciutta stagionale, dal 23 settembre la navigazione sul Naviglio Grande è temporaneamente sospesa. Continuano però le occasioni per scoprire località ricche di cultura e tradizioni, di bellezze storiche e naturalistiche. L’autunno è la stagione ideale per visitare il territorio del Consorzio dei Comuni dei Navigli. Sotto  troverete alcune proposte di itinerario riservate ai gruppi. Si tratta solo di alcuni esempi: tutte le nostre proposte per gruppi sono infatti modulabili sulla base delle vostre esigenze. Sarà pertanto possibile elaborare preventivi per percorsi alternativi a quelli proposti (sia per la mezza giornata, sia per la giornata intera), adeguando alle vostre richieste orari e servizi.Non esitate a contattarci per maggiori informazioni e per prenotazioni!

Programma Autunnale 1

Ore 09:00 maestosa villa di epoca neoclassica, attribuita all’architetto Giuseppe Zanoja. Segno distintivo della villa è certamente l’immenso parco, che ancora oggi si distingue come il secondo parco recintato più grande della Lombardia. Dopo la visita del parco e di alcune sale interne della villa, degustazione di pan tramvai e baragioeu (vino tipico locale) e visita del Museo Storico Civico Cuggionese, situato nei locali ad uso servitù della villa e dedicato a tutti gli attrezzi legati agli antichi mestieri. Arrivo a Cuggiono. Visita di Villa Annoni

Ore 12.30 circa. Pranzo presso ristorante locale (Primo, secondo, contorno, dolce, ½ acqua, ¼ vino, caffè).

Ore 15.00 circa Svilippatosi lungo entrambe le sponde del Naviglio Grande, l’abitato di Bernate Ticino compare menzionato già in un documento del 1098. Il centro storico, ancora ben conservato nel suo impianto antico, è dominato dal complesso costituito dalla parrocchiale dedicata a S. Giorgio e dall’adiacente quattrocentesco Palazzo Visconti, caratterizzato da un’elegante loggia centrale, entrambi ben visibili ad ovest dall’alzaia del Naviglio Grande. Visita ad alcune parti accessibili del complesso. Visita guidata a Bernate Ticino.

Ore 16.30 circa fine dei servizi

Programma Autunnale 2

Ore 09:45 Arrivo in pullman ad Albairate presso la Corte Salcano, cascina settecentesca ora sede del Consorzio dei Comuni dei Navigli e del Municipio. Accoglienza con colazione a base di tè e pan de mej e visita guidata del Museo Agricolo che, divisoin diverse ambientazioni, permette di rivivere perfettamente situazioni reali di vita rurale e contadina. Da non perdere inoltre la ghiacciaia o “giassera” e il giardino botanico.

Ore 11.15 Trasferimento a Robecco sul Naviglio, luogo di elezione della villeggiatura nobiliare milanese. Visita all’esposizione permanente “Naviglio Grande, una storia per immagini”, dedicata alla storia di quest’importante canale e allestita presso Palazzo Archinto e mini tour all’esterno delle ville del paese. A seguire visiteremo le scuderie della settecentesca Casa Sironi Marelli.

Ore 13:00 Pranzo presso ristorante locale (Primo, secondo con contorno, dolce, ½ acqua, ¼ vino, caffè).

Ore 15:00 Trasferimento in pullman ad Abbiategrasso per visitare il Convento dell’Annunciata con importanti affreschi di epoca cinquecentesca. Ore 16:30 Fine dei servizi sul territorio.

Programma Autunnale 3

Ore 8:45 Arrivo in pullman ad Albairate presso la Corte Salcano, cascina settecentesca ora sede del Consorzio dei Comuni dei Navigli e del Municipio. Accoglienza con colazione a base di tè e pan de mej e visita guidata del Museo Agricolo che, diviso in diverse ambientazioni, permette di rivivere perfettamente situazioni reali di vita rurale e contadina. Da non perdere inoltre la ghiacciaia o “giassera” e il giardino botanico.

Ore 10:15 Trasferimento in pullman a Cassinetta di Lugagnano. Cassinetta di Lugagnano è senz’altro uno dei borghi più eleganti tra quelli situati lungo il corso del Naviglio Grande. La secolare eredità agricola si manifesta nelle linee architettoniche di questo paese impreziosito dalla presenza di numerose ville e parchi di ideazione settecentesca. Tour esterno a piedi delle ville.

Ore 12:30 Pranzo presso ristorante locale (Primo, secondo con contorno, dolce, ½ acqua, ¼ vino, caffè).

Ore 15:00 Trasferimento in pullman per Morimondo e arrivo nell’ampio parcheggio all’entrata del paese. A piedi si raggiunge il piazzale dell’Abbazia dove ci attende la guida. Più in disparte di Chiaravalle rispetto a Milano, ma sicuramente non meno importante, Morimondo è un’altra Abbazia di origini cirtencensi in un bellissimo ambiente naturale presso il corso del Ticino. Morimondo, fondata attorno al 1134 da monaci dell’ordine di S. Bernard provenienti da Morimond sull’altopiano francese di Langres in Francia, divenne tra il ‘200 e il ‘300 uno dei capisaldi dell’opera di colonizzazione agricola attuata nel Medioevo. Visita guidata dell’abbazia, del chiostro, della sala capitolare e dei locali recuperati coi recenti restauri.

Ore 17:00 Fine dei servizi

Programma Autunnale 4

Ore 10:00 Ritrovo a Motta Visconti e visita di un piccolo Museo dedicato alla poetessa Ada Negri, che qui iniziò la sua attività di maestra elementare, e ad un vecchio torchio da vino del ‘600, costruito con un intero rovere sradicato.

Ore 11:30 Trasferimento in pullman per una sosta ad Ozzero dove si possono visitare Palazzo Cagnola con la torre spagnola, la parte antica della chiesa parrocchiale con la base del campanile risalente all’anno 1000, e ammirare il Castello e Palazzo Barzizza.

Ore 12.30 circa Pranzo presso ristorante locale (Primo, secondo con contorno, dolce, ½ acqua, ¼ vino, caffè)

Ore 14.30 circa Partenza in pullman per Morimondo e arrivo nell’ampio parcheggio all’entrata del paese. A piedi si raggiunge il piazzale dell’Abbazia dove ci attende la guida. Più in disparte di Chiaravalle rispetto a Milano, ma sicuramente non meno importante, Morimondo è un’altra Abbazia di origini cirtencensi in un bellissimo ambiente naturale presso il corso del Ticino. Morimondo, fondata attorno al 1134 da monaci dell’ordine di S. Bernard provenienti da Morimond sull’altopiano francese di Langres in Francia, divenne tra il ‘200 e il ‘300 uno dei capisaldi dell’opera di colonizzazione agricola attuata nel Medioevo. Visita guidata dell’abbazia, del chiostro, della sala capitolare e dei locali recuperati coi recenti restauri.

Ore 17:00 Fine dei servizi.

Porta Romana

Ore 9.15 Arrivo ed incontro con la guida.

Ore 9.30 Inizio visita guidata del Museo della Fabbrica del Duomo. Dopo anni di lavoro, ha riaperto in Novembre 2013 il Museo della Fabbrica del Duomo, con un nuovo riallestimento nelle sale di Palazzo Reale. Nelle 26 sale dell’esposizione, numerosi reperti scultorei provenienti dalle navate della Cattedrale, ma soprattutto da quella foresta di marmo che sono le guglie. Un viaggio lungo oltre sei secoli dal Gotico Internazionale a Lucio Fontana, ma anche un viaggio nella storia di Milano: un percorso attraverso vetrate (quelle originali cinquecentesche!), bassorilievi, arazzi, plastici (tra cui il modellino ligneo del Duomo) e pezzi di oreficeria (il Tesoro del Duomo)

Al Termine alle h. 11.00 ci dirigeremo verso Porta Orientale: da Piazza dei Mercanti a Piazza San Babila.

Il Sestiere di Porta Orientale, ora noto come Porta Venezia, si sviluppa attorno agli assi viari di Corso Vittorio Emanuele e più in periferia Corso Venezia. Il suo nome non origina dal punto cardinale, come molti ritengono, bensì dalla località di Argentiolum, l’odierna Gorgonzola, oppure da Argentiacum, ora nota come Crescenzago.

Al suo interno si trovano due tra i monumenti più importanti della nostra città: il Duomo e la Galleria, ma come di consueto il nostro scopo non sarà parlarne diffusamente, bensì passeggiare tra vie e viuzze, ricordando storie e aneddoti, osservando palazzi, statue, monumenti, generalmente trascurati.  Persino i Re dimenticati! – L’uomo di pietra – Gentiluomini che giocano a bocce.  Le terme Erculee – Il campanile più alto e il primo grattacielo – Il sacrificio di una Maria.

Ore 14.00 Pranzo presso il ristorante Brek, self service, in Piazza San Babila.  Il MENU FIRST comprende:- un primo piatto – un secondo piatto con contorno (escluso in particolare pesce – tagliata – stinco) o una insalatona – dolce o dessert al cucchiaio – un pane – acqua (50 cl) o bibita alla spina o vino (25 cl).

Ore 15.30 Porta Romana – Da Via Laghetto a Piazza Diaz

La prima Porta Romana si trovava nell’odierna Piazza Missori, da qui partiva la famosa Via Porticata, per rendere più solenne l’entrata in città, a quell’epoca capitale dell’Impero Romano. Era la via che portava a Roma e che quindi era percorsa non solo da imperatori, ma anche da pellegrini. Proprio per dare ristoro e ospitalità ai pellegrini di ritorno da Roma, vennero costruiti in questa zona i primi Ospedali della città: ancora oggi ci rimane la bellissima struttura della Ca’ Granda, nonché il ben più moderno Policlinico.

Nel corso dei secoli Corso di Porta Romana è diventata una delle strade dell’aristocrazia cittadina e tanti furono i Palazzi qui costruiti. Ma il sestiere di Porta Romana ospita anche chiese importanti, tra cui San Nazaro, fondata da Sant’Ambrogio a metà della Via Porticata, e i campanili più belli della città. Il diavolo di Porta Romana – La Festa del Perdono – I Porci di sant’Antonio – Il campanile più bello e un campanile crollato – L’angelo decapitato – La Madonna dei Tencitt.

Ore 17.30 Termine Visita.

Quote:  € 48 base 50 pax   –   € 55 base 40 pax

LA GITA SI EFFETTUERA’ AL RAGGIUNGIMENTO DI 40 PARTECIPANTI

Il Museo e le Basiliche

PROGRAMMA
h. 10.00 Incontro con le guide all’ingresso del Museo Diocesano, e inizio della visita guidata. Il Museo Diocesano ripropone la storia dell’arte e della devozione nel territorio della diocesi di Milano, con opere di grande prestigio quali la collezione Crespi di tavole a Fondo Oro e la Via Crucis bianca di Fontana.
h. 12.30 Pranzo presso il ristorante Sant’Eustorgio, Piazza Sant’Eustorgio n. 6 a Milano, con il seguente menù:
antipasto: fritturina, verdure senesi, tagliere di salumi di Norcia, bruschette
bis di primi: paccheri al ragù di filetto e risotto alla milanese
Acqua e caffè
h. 14.00 Ritrovo con la guida (Claudia Corti) presso la Basilica di Sant’Eustorgio e la Cappella Portinari – La Chiesa venne edificata nell’XI secolo sui resti di un precedente edificio sacro, costruito nel IV secolo per volere del vescovo Eustorgio, al quale, secondo la tradizione, si deve l’arrivo a Milano delle reliquie dei Re Magi, avute dall’Imperatore d’Oriente. La Chiesa, di impianto romanico, venne danneggiata nel XII secolo da Federico Barbarossa, il quale saccheggiò le reliquie dei Re Magi e le portò a Colonia. Nel Duecento la Chiesa divenne proprietà dei Domenicani, i quali attuarono lavori di restauro. L’interno è composto da tre navate e cappelle gentilizie la cui serie si conclude con la Cappella Portinari, edificata su commissione del banchiere Pigello Portinari nella seconda metà del Quattrocento e straordinario esempio del rinnovamento della cultura figurativa lombarda in direzione rinascimentale. Il progetto venne affidato a Michelozzo Michelozzi, le sculture furono realizzate da Giovanni di Balduccio e gli affreschi da Vincenzo Foppa, con episodi della vita di San Pietro Martire da Verona. Le reliquie del Santo sono conservate nel sarcofago, opera di Giovanni di Balduccio, posto al centro dell’ambiente. La Chiesa, inoltre, custodisce i sepolcri della famiglia Visconti e le spoglie del vescovo Eustorgio.
h. 15:30 Con la guida, spostamento a piedi, attraverso il parco delle basiliche, alla Basilica di San Lorenzo. Dedicata a San Lorenzo è una basilica paleocristiana edificata in età romana, tra il 372 e il 402, epoca in cui Milano fu capitale dell’ Impero Romano. Per la costruzione della basilica vennero riutilizzati materiali prelevati dal vicino anfiteatro. E’ un esempio del modello di edificio ecclesiastico a pianta centrale bizantino, come Santa Sofia a Costantinopoli, contrapposto al modello rettangolare delle basiliche ambrosiane contemporanee, ad ulteriore testimonianza della committenza imperiale di questo edificio. Tra le varie cappelle è straordinaria quella dedicata a Sant’Aquilino con preziosi mosaici del IV sec molto ben conservati. E’ possibile accedere alla cripta in cui sono ben visibili gli enormi blocchi di pietra provenienti dal vicino anfiteatro romano. Davanti alla basilica, infine, il grande colonnato realizzato con materiali antecedenti alla chiesa e recuperati da altri edifici imperiali, ma collocato in loco contemporaneamente alla chiesa stessa.
h. 17.30 Termine visita
QUOTA: € 62 (base 50 partecipanti) – € 65 (base 30 partecipanti)
La gita, si effettuerà al raggiungimento di 30 partecipanti

Leonardo da Vinci

PROGRAMMA 

1° giorno (sabato): Arrivo il pomeriggio + Check in presso un hotel a 4 stelle semicentrale (Hotel Four Points by Sheraton o similare) ubicato a Milano in camera doppia con trattamento di pernottamento e prima colazione
2° giorno (domenica): Visita della mostra dedicata a Leonardo Da Vinci al Palazzo Reale + Milano Card
3° giorno (lunedì): Check out + Visita di Expo intera giornata

Prezzo pacchetto: € 219,00 per persona

Il pacchetto include:

  • 2 notti durante il finesettimana (venerdì, sabato o domenica notte)* presso un hotel a 4 stelle semicentrale (Hotel Four Points by Sheraton o similare) a Milano in camera doppia con pernottamento e prima colazione
  • 1 ingresso giornaliero all’EXPO
  • 1 ingresso alla mostra dedicata a Leonardo Da Vinci
  • Milano Card* (valida per 24h):
  • – Libero accesso alla rete di trasporti pubblici di Milano
    – Numero verde gratuito 24/7
    – Ingresso gratuito a 3 Musei di Milano (applicabile in base                    alla disponibilità)
    – 10% di sconto per l’ingresso al CENACOLO VINCIANO
    – SCONTI dal 10% al 50% per musei, tours, ristornati, hotels,
    negozi, fast food, navette per/dal aeroporto, mostre, spedizioni             di bagagli e tanto altro
    – Stampa gratuita delle vostre foto di viaggio (max 40 foto)
    * Il prezzo del pacchetto NON E’ VALIDO durante le maggiori fiere, congressi e grandi manifestazioni nazionali ed internazionali che si svolgono a Milano. Durante questi eventi i prezzi sono a richiesta.

Il pacchetto NON include:

  • Tassa di soggiorno
    Extras in hotel (facchinaggio, minibar, parcheggio, room service, ecc.)
  • Mance
  • Programmi opzionali
  • Tutte le altre eventuali spese che non sono indicate alla voce “Il pacchetto include“.

Supplementi:

  • Supplemento in camera singola durante il finesettimana (venerdì, sabato o domenica notte) = € 98,00 a persona per 2 notti
  • Supplemento di sistemazione in camera doppia durante la settimana (da lunedì a giovedì notte) = € 78,00 a persona per 2 notti
  • Supplemento in camera singola durante la settimana (da lunedì a giovedì notte) = € 170,00 a persona per 2 notti