6 Agosto Ladakh, un viaggio tra montagne e monasteri

Ladakh, un viaggio tra montagne e monasteri

In India dal 06/08/2016 al 21/08/2016

Il Ladakh sorprende. Nelle carte geografiche troviamo il Ladakh nella regione indiana del Jammu Kashmir confinante con il Pakisthan ad ovest e con il Tibet ad est. Conosciuto come il “piccolo Tibet” il Ladakh e’ immerso nel paesaggio himalaiano e la cultura del suo popolo e’ legata al buddismo tibetano.

Il viaggio che propone India Tours & Travels offre il prezioso gusto di vivere queste due dimensioni: quella naturalistica delle montagne lungo le valli del corso del fiume Indu, delle dune di sabbia della valle di Nubra, dei laghi Tso Moriri e Tso Kar nella valle del Rupshu, e quella spirituale dei monasteri alla presenza dei monaci degli affreschi e delle statue.

Giunti a Leh di prima mattina in aereo da Delhi si atterra a circa 3300 metri di altitudine e per questo motivo il primo gg a Leh ci dedicheremo soprattutto ad adattarci a questa situazione riposando prima di uscire nel pomeriggio per una passeggiata nel centro della capitale del Ladakh. Dopo aver dedicato il secondo giorno alla visita di Leh ci sposteremo lungo la via piu’ importante della regione per giungere a Lamayuru sede del più iconografico monastero del Ladakh. Il 4° gg. in Ladakh raggiungeremo quella che sarà la località più distante da Leh lungo la strada per il Kashmir; Mulbekh. Il ritorno verso Leh occuperà il 5°,il 6° e il 7°gg. del viaggio in Ladakh. Prima attraverso i villaggi meno frequentati dell’alta valle dell’Indo dove vive la comunità Drokpa ed in seguito visitando i monasteri di Alchi, Likir e Phyang. Giunti a Leh e trascorsa la notte ci sposteremo per trascorrere l’8° e il 9° giorno nella valle di Nubra. Per giungervi si transita dal passo di Khardung-la situato a 5360 metri di altitudine; la strada carrabile più alta del mondo. La valle di Nubra lascia stupiti offrendo paesaggi insoliti a 3400 metri di altezza.  Senza tornare a Leh ci dirigeremo sostando per la notte nel villaggio di Sakti (10°gg.) verso l’altopiano del Rupshu. Considerato geograficamente il versante occidentale dell’altopiano tibetano il Rupshu (11° e 12° gg.) risulta ancora un’area incontaminata abitata da comunità nomadi uniche presenze in questi spazi molto estesi a cui monasteri isolati laghi e  praterie immense regalano una atmosfera unica. Tornati a Leh si volerà a Delhi dove avremo a disposizione un veicolo fino alla sera quando raggiungeremo l’aeroporto per il volo di ritorno.

Coordina il gruppo: Mauro Cambiaghi, collaboratore in Italia di India Tours & Travels ho visitato più volte l’India e visitato il Ladakh. Sono portato a prendermi cura del persone con cui viaggio

Guida il viaggio la guida locale in lingua inglese

 

Programma di Viaggio

Sabato 6 Agosto 2016 Partenza dall’Italia in volo per Delhi. Sono diverse le compagnie aeree che raggiungono Delhi dall’Italia facendo tutte uno scalo. Indichiamo Lufthansa, Emirates, Qatar e Ethiad. L’obiettivo sarà di costituire il gruppo in partenza dall’Italia salvo verificare esigenze individuali. Gli orari di arrivo a Delhi dei voli di queste compagnie sono nelle prime ore della notte

Domenica 07/08 Delhi – Leh (m. 3500 circa) I voli per Leh partono tra le 05.30 e le 08.30 del mattino. Leh si trova a 3500 metri di altitudine. Per favorire al meglio l’acclimatamento dopo il trasferimento dall’aeroporto all’hotel passeremo le ore del mattino e del primo pomeriggio in hotel per riposare. Nel pomeriggio faremo una prima passeggiata nel centro della città. Leh è il capoluogo del Ladakh e conta circa 150.000 abitanti. Pernottamento presso l’hotel Hotel Mahey Retreat

Lunedì 08/08 Leh Dopo colazione dedicheremo la giornata alla visita di alcune località della valle di Leh utilizzando il veicolo privato che ci accompagnerà per tutto il viaggio. A 15km a  sud di Leh si trova Shey con il suo Palazzo costruito nel XVII° secolo e con il monastero noto per conservare una statua del Buddha Sakyamuni considerata la seconda più grande del Ladakh.  Lasciata Shey raggiungeremo a pochi km di distanza il monastero di  Thiksey (o Tiksay o Tiksey ) e quello di Stok.

Martedì 09/08 Leh – Lamayuru (m. 3700 circa) Dopo la colazione lasceremo Leh lungo la strada che costeggia il fiume Indo. Per dirigerci verso Lamayuru.  Lungo il percorso sosteremo a Mangyu per visitare uno dei piu’ tipici villaggi del Ladakh situato a pochi km dalla strada principale che offre un visione reale e della vita in questa remota regione del mondo. La vista del villaggio e del monastero di Lamayuru e’ tra le piu’ classiche del Ladakh. Il Monastero di Lamayuru è noto come la più antica sede monastica del Ladakh. E’ costituito da una serie di santuari e custodisce una raccolta davvero ricca di thangka e magnifici affreschi. Pernottamento in guest house

Mercoledì 10/08 Lamayuru – Mulbekh Il viaggio prosegue in direzione di Mulbekh. Situato a 45 km da Kargil e a 260 km da Leh il monastero di Mulbeck con i suo gompa è ben visibile lungo dalla strada che da Leh porta a Srinagar. I due stupa del monastero sono di du diverse scuole del buddismo tibetano, quella Drukpa e quella Gelugpa. Mulbeck e’ conosciuta anzitutto per la scultura impressa nella roccia del alta 30 metri Maitreya Buddha. Pernottamento in campo tendato

Giovedì 11/08 Mulbekh – Dha Dopo colazione visita di Shergol prima di dirigerci in direzione della valle di Dha attraversando I piccolo villaggi caratteristici  di Kaltsey, Domkhar, Skurbuchan and Achinathang. Solo i villaggi di Dha e Hanu sono visitabili. Questa valle  viene presa in considerazione come il lembo più settentrionale in cui vive la comunità Drokpa tra le piu’ preservate comunità ariane. Con tradizioni costumi e conformazione fisica cosi diverse dalla comunità ladakha, una etnia di origine tibetana, i Drokpa risultano ancora una popolazione integra nel proprio sistema di vita. Pernottamento in campo tendato

Venerdì 12/08 Dha – Alchi Si lascerà Dah in direzione di uno dei monasteri piu’ conosciuti del Ladakh; Alchi.  Le figure del Buddha e dei Bodhisattva risalenti al 12° secolo sono riprodotte numerose in legno, negli affreschi e nelle lavorazioni in creta. Con uno stile che risente dell’influenza indiana le opere del monastero di Alchi vennero realizzate secondo diversi studiosi da scultori e intagliatori provenienti dal        Kashmir.  Il monastero di Alchi, attribuito al periodo di Rinchen Zangpo e’ considerato una delle mete con il più elevato contenuto artistico dell’intero nord dell’India. Pernottamento in guest house

Sabato 13/08 Alchi – Leh  In direzione Leh lungo la valle del fiume Indu si visiteranno i monasteri di Likir e Phyang.  Situato in un angolo nascosto il monastero di Likir vede la sua origine risalente al 1065. Relativamente isolato il monastero era una tappa lungo la via antica che da Tingmosgang e Hemis riportava a Leh i commercianti ed i monaci. Phyang si trova nella periferia di Leh ed e’ uno dei due monastery del Ladakh di tradizione Drigung. All’interno dei suoi numerosi santuari gli affreschi e le rappresentazioni degli idoli, incluse numerosi bronzi di mano kashmira accompagnano l’esposizione di oggetti di provenienza mongola e  tibetana.

Domenica 14/08 – Luned’ 15/08  Leh – Valle di Nubra Lasciata Leh si salirà ai 5360 m. del passo di Khardung-la: giunti al passo  sosteremo il tempo necessario per gustare il momento di superare il più alto tratto carrabile del pianeta. La sosta non potrà essere prolungata per evitare disagi. Scendere verso la valle di Nubra ed i suoi circa 3000 m. permetterà di entrare in un territorio insolito per questa area geografica. Dune di sabbia e cammelli saranno in attesa. Per questo motivo si dedicherà anche un secondo giorno a visitare questa valle tanto sorprendente: il monastero di Dikset, le dune di Hunder che chi desidererà potrà vedere sedendo su un cammello. Cena e pernottamento presso l’hotel Rimo

Martedì 16/08  Valle di Nubra – Sakti Dopo la colazione mattutina il percorso porterà a visitare il monastero di Sumur prima di passare il solitario villaggio di Warla e giungere a Sakti. E’ una giornata immersa in zone non frequentate e che permette di evitare il ritorno a Leh prima di raggiungere il Rupshu. Pernottamento presso l’hotel Saraniti o similare

Mercoledì 17/08  Sakti – Hemis –  Tsomoriri. Lasciata Sakti si giungerà in pochi minuti al monastero di Hemis. Vi si trova la più numerosa comunità monastica del Ladakh . Forse il meglio conservato della regione, il monastero di Hemis dell’ordine Drukpa e’ una tappa obbligata prima di entrare nell’altopiano del Rupshu. La valle del Rupshu che raggiunge le altitudini elevate dei 4500m. e’ un territorio di comunità nomadiche. Il territorio diventa particolarmente arido e l’agricoltura inesistente cosi’ che le popolazioni si dedichino alla pastorizia. Si sosterrà a dormire presso un campo tendato fisso nei pressi del lago Tsomoriri

Giovedì 18/08 Tsomoriri – Tso Kar La giornata permetterà di esplorare questa area tipicamente himalaiana. I suoi due laghi, gli sperdutissimi villaggi nomadi. Pernottamento in campo tendato fisso nei pressi del lago Tso Kar

Venerdì 19/08 Tso Kar – Leh  Dopo la colazione mattutina attraverso il Tanglang la, il secondo passo piu’ alto del Ladakh ed il villaggio di Rumtse si giungerà a Leh dove si avrò il tempo libero di gustare le ultime ore prima di lasciare il Ladakh

Sabato 20/08  Leh – Delhi Trasferimento in aeroporto e volo per Delhi. In città avremo a disposizione un veicolo privato fino al trasferimento serale in aeroporto

Domenica 21 agosto 2016 Partenza da Delhi in volo per l’Italia. I voli di rientro sono programmati nelle prime ore della notte in relazione alla compagni aerea utilizzata

COSTO DEL VIAGGIO: € 2050  (min. 6 max. 12 partecipanti)

Costo preparato il 29/03 . Cambio € 1 = INR 74,579

Nel costo del viaggio sono inclusi i seguenti servizi a terra:

Accoglienza all’arrivo e transfer in hotel; automezzo privato con autista; sistemazione in camera doppia con trattamento di pensione completa in Ladakh presso hotel, guest house e campi tendati fissi dotati di brande e servizi; biglietti d’ingresso per le località, i monumenti, i musei ed i templi che si visiteranno; la presenza di un coordinatore italiano e della guida locale in lingua inglese.

Nel costo del viaggio non sono inclusi i voli internazionale ed i voli interni, i pranzi a Delhi, le bevande e le mance, l’assicurazione di viaggio.

Costo supplemento camera singola: € 370

Per il voli aerei siamo disponibili a procedere alla prenotazione ed emissione dei biglietti dall’ Italia a Leh in a/r. Il costo indicativo nel periodo di presentazione di questo programma di viaggio (marzo 2016) varia dai € 1000 ai € 1200 in relazione alle diverse compagnie aeree. Il suddetto costo indicativo è soggetto a variazione in rapporto al periodo di ricerca del posto aereo.

Assicurazione di viaggio Euro 70 per persona

Per visitare l’India e’ necessario avere il visto d’ingresso. Per i cittadini del nord Italia l’ufficio competente e’ il Consolato Indiano di Milano (http://www.indianvisamilan.com/). Per i cittadini italiani residenti nel centro e sud Italia la competenza è dell’Ambasciata della Repubblica Indiana di Roma (http://www.indianembassyrome.in/). Siamo disponibili a fornire maggiori informazioni dettagliate e ad occuparci della pratica di richiesta e rilascio.